Friday, 15 Oct 2021

L’identikit per un’abbronzatura sana e sicura

C’è un rito che accomuna centinaia di milioni di abitanti sulla Terra nella stagione estiva: ad un certo punto della giornata alzano lo sguardo in alto, sfilano un flacone dalla borsa ed iniziano a spalmarsi una strana sostanza oleosa dal profumo dolciastro sul corpo e subito dopo si sentono meglio. Ma quale sarà davvero l’identikit per un’abbronzatura sicura e sana?

 

 

Come consiglia il Professor Calzavara Pinton dell’Università di Brescia, i prodotti devono essere naturali e scelti in maniera attenta e studiata. Il che significa scegliere prodotti rigorosamente contenenti filtri di ultima generazione ad elevata stabilità (mexoryl, tinosorb, uvinul), senza profumo, in confezione grande e con etichette ben leggibili. La quantità giusta non esiste ma è consigliabile 40 grammi di prodotto per ogni ora di esposizione al sole.
A tal proposito, è presente un sistema completo di controllo fotobiologico in grado di garantire la protezione più adeguata ai diversi tipi di pelle, nelle diverse fasi di esposizione solare grazie soprattutto alla formulazione spray d’avanguardia, favorendo la protezione dai raggi UVB, UVA e infrarossi IR. Indicati anche per i bambini.  Parliamo dei prodotti di DirectaLab: creme protettive, rigeneranti ed idratanti per ogni tipo di pelle.