Thursday, 29 Jul 2021

Aiuto, quanto russi!

Il russamento è caratterizzato da periodi protratti durante il riposo, interrotto da apnee. Un problema “rumoroso”, che potrebbe essere anche un serio campanello d’allarme: meglio confrontarsi con il medico di fiducia e correre subito ai ripari!

Se alla mattina vi svegliate insoddisfatti del vostro riposo, o vi ritrovate ad avere sonnolenza improvvisa a metà giornata, oppure vi rendete conto di avere difficoltà a concentrarvi sul lavoro, ripensate a come dormite la notte”, consiglia il prof. Giuseppe Insalaco, IBIM CNR – Palermo, “e cercate di verificare se per caso russate in maniera importante, magari facendovi monitorare dal vostro partner o registrandovi con uno smartphone. Verificato ciò, se tale russamento presenta dalle pause, potreste essere affetti dalla sindrome delle apnee ostruttive nel sonno e dovete e rivolgervi ai Centri Specializzati, per trovare rapidamente la soluzione al problema. Pare incredibile ma ipertensione, diabete, aritmie e fibrillazione atriale hanno proprio alla base questo fattore banale, ma assolutamente importante!”.