Saturday, 28 Jan 2023

Tosse da Covid-19 e tosse cronica: una situazione molto diversa. Ecco spiegata la differenza.

Tosse cronica

“La tosse cronica non è social” è la campagna social di sensibilizzazione sulla tosse cronica di MSD con il patrocinio di FederAsma e Allergie.

In occasione del Congresso 2020 della European Respiratory Society – ERS, è stata lanciata la campagna di sensibilizzazione “La tosse cronica non è social”, realizzata con il patrocinio dell’associazione di pazienti “FederAsma e Allergie” ed il supporto di MSD Italia.
La tosse è un riflesso protettivo vitale, che impedisce l’aspirazione e migliora la pulizia delle vie aeree, ma una tosse patologicamente eccessiva e prolungata (tosse cronica, ovvero tosse che persiste da almeno otto settimane) diventa fortemente invalidante per chi ne soffre (si stima, dal 5 al 10% della popolazione). La tosse cronica impatta in modo significativo su ogni aspetto della vita di chi ne soffre. È un disturbo che colpisce fino al 10% della popolazione globale, prevalentemente donne (due pazienti su tre) tra i 50 e i 60 anni.
L’attenzione della comunità scientifica sul tema sta crescendo. Lo dimostra l’impegno della European Respiratory Society – ERS, che lo scorso settembre ha aggiornato le linee guida sulla tosse cronica e, nell’edizione 2020 del suo Congresso, le dedica diverse sessioni di approfondimento, con la costituzione di un tavolo di lavoro ad hoc. “In particolare” – commenta Antonio Spanevello, Professore di Malattie dell’apparato respiratorio presso Università degli Studi dell’Insubria di Varese e Direttore Scientifico dell’IRCCS Maugeri di Tradate – “l’Assembly dell’ERS, che ho l’onore di presiedere, diventa – a partire da quest’anno – l’Airway Diseases, Asthma, COPD and Cronic Cough, includendo così anche la tosse cronica tra i principali disturbi respiratori che necessitano di un approfondimento da parte della comunità scientifica, a beneficio del sistema sanitario nel suo complesso e, in primis, dei pazienti”.
La campagna fa ricorso alle emoji, oggi un’estensione del nostro normale modo di esprimerci, in grado di evocare e comunicare emozioni con un’ampia gamma di sfumature. L’obiettivo è far conoscere l’impatto che la tosse cronica può avere sulla sfera emotiva e relazionale della persona grazie ai messaggi informativi della campagna stessa, resi disponibili su una pagina dedicata del sito MSDSalute (www.msdsalute.com/tossecronica), sugli account social di @MSDSalute e attraverso un’app di automonitoraggio disponibile sui sistemi Android e iOS.
“Una campagna” – conclude il Professor Spanevello – “che parte in un momento in cui anche la ricerca scientifica incomincia a dare risposte interessanti ai desideri dei pazienti, come dimostrano i risultati – presentati nell’ambito del Congresso ERS – di due trial clinici di fase 3 sull’efficacia e la sicurezza di Gefapixant, nel trattamento della tosse cronica refrattaria e idiopatica che, somministrato per via orale due volte al giorno, dimostra come risultato principale di ridurre in modo statisticamente significativo il numero di attacchi di tosse in un’ora”.

Guarda anche:
MSD Salute
La tosse cronica