Monday, 10 May 2021

Maternità con Sclerosi Multipla? Niente tabù e paure: mamma si può.

Maternità

Maternità anche con la sclerosi multipla? La gravidanza può peggiorare il decorso della malattia?

Maternità e SM è il binomio che assilla le pazienti che desiderano essere madri.
“In Italia sono colpite da sclerosi multipla oltre 126 mila persone con circa 3.400 nuovi casi” – commenta il prof. Gioacchino Tedeschi, Presidente Sin – Società Italiana di Neurologia. “La sclerosi multipla è una malattia neurologica cronica, tipicamente declinata al femminile (63,8% contro 36,2%). Sebbene nella maggior parte dei casi venga diagnosticata tra i 20 e 40 anni, oggi, le evidenze scientifiche dimostrano che le donne possono avere figli senza modificare a lungo termine l’andamento della malattia e senza causare danni al nascituro”.

Ormai da tempo, studi approfonditi hanno portato al superamento di falsi miti e a raccomandazioni totalmente diverse da parte degli specialisti.
La gravidanza influenza positivamente il decorso di molte malattie, lo stesso avviene nel caso della SM. Infatti, gli elevati livelli di ormoni circolanti nelle donne incinte esercitano degli effetti protettivi agendo direttamente sul sistema immunitario. Si sviluppa una progressiva protezione dall’attività infiammatoria correlata alla SM, che raggiunge il picco massimo di copertura nel terzo trimestre. Questo processo porta ad una riduzione di circa il 70% della probabilità di ricadute di SM.

Il progetto ‘SM e gravidanza: Semplicemente Mamma’ promosso da ONDA – Osservatorio per la Salute della Donna e di Genere, dalla SIN e da AISM – Associazione Italiana Sclerosi Multipla è attivo con una campagna informativa di sensibilizzazione attraverso articoli e contenuti multimediali sui canali social di Onda Facebook, Twitter, Instagram e sul sito www.ondaosservatorio.it.

Guarda anche:

AISM
Facebook ONDA Osservatorio
ONDA osservatorio