Monday, 10 May 2021

Farmaci per Sclerosi Multipla in gravidanza: istruzioni per l’uso

Farmaci

Farmaci in gravidanza sì o no? In passato si sconsigliava alle donne con SM la gravidanza. Oggi le evidenze cliniche dimostrano che è possibile.

Per le donne con Sclerosi Multipla in gravidanza è necessario sospendere le terapie? I farmaci provocano danni al bambino?
Sono alcune delle domande che le future mamme si pongono e a cui i ricercatori hanno trovato risposta grazie a studi clinici. Numerosi studi scientifici hanno infatti reso noti gli effetti benefici della gravidanza nelle donne affette da Sclerosi Multipla – SM, ma la preoccupazione maggiore è relativa all’assunzione dei farmaci.

Spiega il prof. Gioacchino Tedeschi, Presidente della SIN – Società Italiana di Neurologia: “in merito al proseguimento o all’interruzione delle terapie, le Linee Guida delle società scientifiche internazionali ECTRIMS e EAN indicano che le donne con desiderio di gravidanza dovrebbero essere informate che i farmaci DMDs (Disease Modifying Drugs) non sono registrati per l’uso in gravidanza, con la sola eccezione del “glatiramer acetato”. Nella pratica clinica, tuttavia, alcuni farmaci come lo stesso “glatiramer acetato”, “interferone beta”, “dimetilfumarato” e “natalizumab” possono essere continuati fino alla conferma dell’avvenuto concepimento. Inoltre, la letteratura per ora suggerisce che “glatiramer acetato”, “interferone beta” e “natalizumab” possono essere continuati nei primi mesi della gravidanza, ma solo se la donna ha una storia di alta frequenza di ricadute”.

Come sempre ogni paziente si confronterà con il proprio specialista neurologo di riferimento in merito alla terapia in corso di assunzione.
Tra i principali obiettivi delle persone con SM vi è la prevenzione delle ricadute. Prima di affrontare il momento della gravidanza, quindi, un colloquio con un team di specialisti è importante per prevenire il rischio di ricadute attraverso un percorso specifico per ogni persona. Ricordiamo che al momento il numero crescente di terapie disponibili permette di affrontare in modo sicuro il periodo pre e post-parto e di affrontare questi momenti minimizzando al massimo il rischio che si verifichino recidive.

Guarda anche:

Maternità con sclerosi multipla
Gravidanza con sclerosi multipla
La sclerosi multipla non peggiora dopo la gravidanza