Sunday, 11 Apr 2021

Monzino, Centro d’eccellenza per la ricerca e la cura in epoca Covid

Monzino

Monzino compie 40 anni. Il Centro Cardiologico si conferma un polo di riferimento per le patologie cardiovascolari ed il virus SARS-CoV-2.

Nel 2021 il quarantesimo compleanno del Centro Cardiologico Monzino, primo Centro in Europa interamente dedicato alle malattie cardiovascolari, coincide con un momento importante per la cura e l’assistenza dei malati cardiovascolari.
Il Centro Cardiologico Monzino IRCCS dall’inizio della pandemia è stato scelto infatti dalla Regione Lombardia come ‘hub Covid-19’, Centro di riferimento per gli ospedali che sono stati chiusi o hanno subito una riduzione dell’attività cardiologica.

“Siamo stati il Centro di riferimento della Lombardia – racconta il prof. Giulio Pompilio, Direttore Scientifico del Centro Cardiologico Monzino (Mi) – accogliendo i pazienti e ospitando i professionisti medici delle strutture sanitarie chiuse, anche esterne alla Regione. Nel corso dell’anno abbiamo visto la crescita delle patologie urgenti e dovuto far fronte ad una emergenza continua”. Il rapporto con i pazienti non ha subito alcun cambiamento, quello che si è modificato è il cosiddetto ‘turismo sanitario’ per evidenti motivi di mobilità interna.
La pandemia da Covid-19 ha rinforzato la visione del Monzino, da tempo polo universitario della Statale di Milano, come Centro di ricerca. Commenta il professore: “È apparso molto chiaro come il connubio tra clinica e ricerca diventi sempre più stretto, a favore di una migliore capacità di cura. In questo periodo abbiamo scoperto che molte patologie cardiovascolari, come trombosi e miocarditi, si sono trasformate; lo stiamo osservando attraverso la cura dei pazienti ed in laboratorio. Queste conoscenze stanno vedendo un’applicazione in Linee Guida e studi di nuove terapie per curare meglio i pazienti Covid affetti anche da patologie cardiovascolari”.

Guarda anche:

Monzino Women
Ass. Sottovoce IEO Monzino
Centro Cardiologico Monzino