Thursday, 29 Jul 2021

Dentista in tempo di Covid: è più sicuro che altrove

Dentista

Dentista, le misure di sicurezza? Sono tra le più elevate. Ma in alcuni studi è d’obbligo il tampone negativo.

Gli odontoiatri sono ormai quasi tutti vaccinati, e con loro gli assistenti, ma i pazienti non sono tranquilli nel ritornare a farsi curare i denti.

“Lo studio medico di un dentista è tra i posti più sicuri in epoca di Covid-19”. Lo asserisce il prof. Francesco Riva, luminare della odontoiatria italiana, Presidente del C.O.C.I. Cenacolo Odontostomatologico Centro Italia.
La sicurezza è ovviamente a discapito dei tempi di intervento sui pazienti. “È chiaro – precisa il professor Riva – che i tempi necessari ad assistere le persone si siano allungati. Gli appuntamenti sono dilazionati, cerchiamo di non avere più di due persone in sala di attesa, spieghiamo ai parenti che non possono accompagnare e sostare. Nel mio studio, inoltre, chiediamo la certificazione di un tampone negativo”.

Purtroppo, su questo ultimo punto il dentista incontra resistenza. Anche se il medico è vaccinato, “non possiamo permettere che un ‘positivo’ infetti tutto lo studio, comportando chiusura e isolamento per 15 gg” ed in ogni caso è anche responsabilità del medico far rispettare le prime regole di sicurezza.

Guarda anche:

COIAIOG