Thursday, 23 Sep 2021

Sole e raggi UV: nessun rischio Covid e aiutate le difese immunitarie

Sole preso in modo corretto e fototerapia non comportano nessun rischio Covid. Lo conferma una ricerca dei dermatologi italiani.

“Alla luce dei dati, l’esposizione al sole naturale o ai raggi ultravioletti artificiali per la fototerapia non comporterebbe rischi di maggiore suscettibilità all’infezione da Covid-19. È inoltre verosimile che, nel caso in cui il paziente sia stato recentemente contagiato, la risposta infiammatoria, responsabile degli effetti della malattia, possa essere molto meno forte”.

Lo ha spiegato il prof. Giuseppe Monfrecola, Docente di Dermatologia dell’Università Federico II di Napoli e Coordinatore di un articolo scientifico pubblicato sull’ ‘Italian Journal of Dermatology and Venereology’, rivista ufficiale della Società italiana di dermatologia SIDeMaST.

Questa pubblicazione scientifica, che ha preso in esame 101 studi della letteratura internazionale, aggiunge ulteriori informazioni sui trattamenti dermatologici in epoca Covid-19. Partendo da un recente studio italiano secondo cui i raggi ultravioletti inattiverebbero il coronavirus Sars-CoV-2, i ricercatori SIDeMaST sono andati oltre: si sono proposti di stabilire se le persone, esposte alle radiazioni solari durante la stagione estiva o a quelle artificiali per la cura di malattie dermatologiche, possano rischiare maggiormente di contrarre la malattia o di farla aggravare.

Ha aggiunto Monfrecola: “sono state prese in considerazione una serie di malattie infettive virali sistemiche, non solo cutanee, e gli effetti dei raggi UV sul sistema immunitario.

Ciò che è veramente poco noto, anche nel mondo medico – ha evidenziato lo Specialista – è che la luce solare è in grado di influenzare a livello sistemico sia la risposta immunitaria innata, che potremmo definire ‘forza di primo intervento’, sia quella acquisita, più mirata e specifica. Insomma, esponendoci al sole noi ‘moduliamo’ il nostro sistema immunitario, non solo cutaneo, ma anche a livello generale. I dati da noi analizzati in questa ‘review’ ci consentono di ritenere che pazienti dermatologici possano continuare tranquillamente i loro trattamenti fototerapici”.

Ovviamente, considerando che ormai ci troviamo in estate, occorre ricordare che quando ci si espone ai raggi solari bisogna farlo gradualmente e sempre con una protezione adeguata.

 

Guarda anche:

Articoli Monfrecola

SIDEMAST Coronavirus