Tuesday, 27 Sep 2022

Acido ialuronico in medicina estetica e vaccino anti-Covid19

Acido

Acido ialuronico come trattamento estetico: poche controindicazioni con buone prassi, anche per i tempi di inoculazione del vaccino anti-Covid.

L’acido ialuronico, naturale costituente dei tessuti, è spesso oggetto di controverse valutazioni. Il prodotto viene utilizzato per la correzione di volumi e rughe, trattamento che viene spesso “banalizzato” con l’appellativo di “punturine”.

 

“La somministrazione di acido ialuronico è un atto medico e come tale richiede una visita preventiva, con una anamnesi che dichiari ad esempio l’assunzione di farmaci o di eventuali altri trattamenti già eseguiti, a tutela di possibili controindicazioni” – spiega la dr.ssa Marina Romagnoli, dermatologa e Consigliere ISPLAD (International-Italian Society of Plastic, Regenerative and Oncologic Dermatology).

 

“Esistono differenti tipi di acido ialuronico: alcuni più densi che vengono usati ad esempio per la correzione di mento, zigomi o naso e altri più fluidi che si integrano maggiormente nei tessuti e non possono essere usati per le correzioni dei volumi perché avrebbero una resa inferiore, ma che sono molto utili per le rughe e per le labbra, dove è richiesto un effetto molto naturale.

 

È importante che il medico che esegue il trattamento rilasci un certificato sul quale viene indicato il tipo di prodotto utilizzato e, allo stesso tempo, che il paziente segnali subito problemi rari come dolori, comparsa di noduli, addensamenti e rossori. Il medico saprà come gestire tali rari effetti collaterali, che posso comparire nel 4 x 1.000 dei casi, anche con prodotti di buona qualità”.

 

Si è recentemente parlato di effetti collaterali dovuti al vaccino anti-Covid19.

“Come nel caso di altre vaccinazioni, interventi odontoiatrici, febbre – conclude Romagnoli – alcuni eventi, in casi eccezionali, possono attivare delle reazioni infiammatorie che però si risolvono in pochi giorni. A questo riguardo, le Società Scientifiche italiane consigliano di non effettuare trattamenti con acido ialuronico nei 15 giorni antecedenti la somministrazione del vaccino anti-Covid19 e non prima di un mese dopo l’ultima dose”.

Guarda anche:

Rinofiller
https://www.isplad.org/