Tuesday, 27 Sep 2022

Alopecia? Importante rivolgersi ad un dermatologo specialista

Alopecia

Alopecia deriva dal greco “alopex” che significa “volpe”. È la volpe (e non il lupo) infatti a perdere il pelo a chiazze in autunno e primavera.

“Le tre motivazioni per le quali i pazienti giungono più frequentemente in un ambulatorio tricologico sono l’alopecia androgenetica, l’alopecia areata e il telogen effluvium” – constata la dr.ssa Anna G. Burroni, Dermatologa, Dirigente Medico presso l’Ospedale Policlinico San Martino (Ge).

Si stima che l’alopecia areata colpisca il 2% della popolazione, oltre 145 milioni di persone nel mondo indipendentemente dal sesso, dal colore della pelle, dalle abitudini alimentari. Può manifestarsi a qualunque età, fin dai primi mesi di vita, ed è più frequente tra i 20 e i 40 anni.

L’impatto psicologico dell’alopecia areata è il più delle volte traumatico. La perdita dei capelli fa irruzione nella vita della persona più o meno improvvisamente, generando una rottura dolorosa che apre uno scenario di vissuti fino a quel momento inesplorati: il cambiamento del volto e della propria immagine, la trasformazione del rapporto con il proprio corpo e delle relazioni interpersonali, da quelle più intime a quelle sociali e lavorative, producono una sospensione del ritmo di vita che confonde i contorni in termini di significato e sicurezze, modificandone la continuità e la prospettiva temporale e relazionale.

Il telogen effluvium è invece una caduta di capelli abnormemente abbondante. Qui la caduta dei capelli interessa diffusamente tutta la testa, comprese le parti laterali e posteriori. Quando è tale da provocare un diradamento, l’alopecia che ne risulta è omogenea su tutta la testa.

Sottolinea Burroni: “è molto importante saper scegliere un medico dermatologo che abbia esperienza in tricologia e delle competenze molto specifiche”.

 

(Fonti: associazionealopeciaareata.it / sitri.it)

 

Guarda anche

Burroni

https://www.burroniannagraziella.com/

https://www.associazionealopeciaareata.it