Thursday, 11 Aug 2022

Endometriosi e adenomiosi, nemiche della donna e della fertilità

Endometriosi

Endometriosi spesso si associa a adenomiosi, una patologia di difficile diagnosi con conseguenze drammatiche.

L’endometriosi è una malattia nota dal 1928. Quasi un secolo fa. Tuttavia, ancora oggi gli Specialisti discutono sui criteri di diagnosi e sulle strategie terapeutiche.

Oltre il 10% delle donne in età fertile ha questo disturbo. La diagnosi è spesso definita solo dopo 5/6 anni dalla comparsa dei sintomi in quanto, frequentemente, il dolore mestruale viene considerato ‘normale’.

 

“Una condizione che può associarci all’endometriosi – informa il prof. Felice Petraglia, Docente di Ostetricia e Ginecologia all’Università degli Studi di Firenze – è la comparsa di una altra patologia: l’adenomiosi. L’adenomiosi, che vede delle cellule endometriali all’interno dell’utero, è caratterizzata da sanguinamenti abbondanti”. La donna si ritrova quindi ad avere due patologie che possono avere esiti anche drammatici come infertilità o aborti ricorrenti.

“Mentre per l’endometriosi la strategia terapeutica è aggiornata con l’introduzione di nuovi farmaci, per l’adenomiosi purtroppo non sono disponibili farmaci specifici” – espone Petraglia. Un grande aiuto viene dalle nuove tecniche ecografiche che permettono di individuare la malattia e di intervenire rapidamente.

 

Guarda anche

https://www.salute.gov.it/portale/fertility/dettaglioContenutiFertility.jsp?lingua=italiano&id=4563&area=fertilita&menu=malattie

Endometriosi? Conoscerla in tempo per non soffrire