Monday, 4 Jul 2022

Diabete tipo 1: le nuove linee guida a favore delle tecnologie

Diabete

Per i giovani con DM1 1 scompensato o con ipoglicemie severe è raccomandato l’utilizzo dei sistemi di monitoraggio in continuo, e i sistemi di microinfusione dell’insulina.

Il diabete è una malattia ad evoluzione nel tempo che provoca un aumento nel sangue dei livelli di glucosio rispetto ai valori normali, l’iperglicemia. La patologia ha due tipologie definite appunto di “tipo 1” e di “tipo 2”. Il tipo 1 di solito è più tipico nei giovani.

Il diabete di tipo 1 (DM1) è una malattia autoimmune in cui il sistema di difesa dell’organismo attacca per errore le cellule del pancreas. Il pancreas danneggiato non è più in grado di produrre insulina e, senza di essa, il glucosio non può essere trasportato dal sangue nelle cellule per produrre energia. I sintomi tipici causati dal diabete di tipo 1 sono la necessità di bere e di urinare più frequentemente del solito, in particolare di notte, la sensazione di stanchezza, perdita di peso e massa muscolare.

Da pochi giorni sono state ufficializzate dal Ministero della Salute le linee guida che indicano ai medici diabetologi le procedure per la cura delle persone con diabete di tipo 1. Rispetto alle ultime del 2018
oltre al ruolo delle tecnologie, il documento definisce importanti novità legate all’educazione terapeutica e al processo di passaggio dal diabetologo pediatrico a quella dell’adulto.
“Altri importanti aspetti –  commenta il prof. Agostino Consoli – presidente dei diabetologi  italiani SID – sono legati alla terapia farmacologica e all’opzione del trapianto di isole pancreatiche, nonché relativi allo stile di vita, e centrati sulla necessità di un adeguato esercizio fisico e di una sana alimentazione.”

Guarda anche

Paziente diabetico a rischio cardiovascolare può assumere cardioaspirina

Insulina, 100 anni dopo. “Prossima Fermata: L’ISOLA CHE C’È”

www.siditalia.it

www.fand.it