Tuesday, 27 Sep 2022

On-Air “La voce della pelle”: 10 podcast su Spotify per sensibilizzare e fornire strategie mirate adatte al trattamento della dermatite atopica.

La dermatite atopica è una malattia cronica della pelle che colpisce il 20-30 per cento dei bambini, circa 1 milione in tutta Italia, e il 3 per cento degli adulti, pari a circa 1,5 milioni. In estate gli agenti esterni possono aggravare le manifestazioni cutanee: via libera a trattamenti intensivi in gel rinfrescanti e nutrienti.

Le cause della dermatite atopica vengono spesso anche ricondotte al clima rigido della stagione invernale, associato, alla secchezza dell’aria delle case con riscaldamento; la stagione estiva invece viene percepita come un periodo libero alla malattia.

“È infatti credenza diffusa che l’esposizione solare, soprattutto per i bambini atopici sia benefica”, spiega Federica Osti, dermatologa. “Se è vero che i raggi UVB hanno un’azione antiinfiammatoria che potrebbe migliorare lo stato della pelle affetta da dermatite atopica, è altrettanto vero che la pelle con una barriera cutanea fragile esposta al sole, al vento, all’acqua del mare, a contatto con sudore e sabbia può reagire con manifestazioni che ne peggiorano lo stato complessivo portando ad un peggioramento del rossore, del prurito e delle altre manifestazioni. La pelle con dermatite atopica presenta una barriera cutanea fragile e agenti esterni, quali per esempio, il cloro presente nelle piscine come disinfettante o la salsedine nel mare possono peggiorare la situazione.” Anche d’estate, dunque, la dermatite atopica va trattata per scongiurare manifestazioni cutanee, a fronte di un apparente miglioramento temporaneo. Via libera, dunque, a prodotti dalla texture più leggera.

Conferma la d.ssa Federica Osti: “in estate, la consistenza dei trattamenti per la dermatite atopica deve andare incontro all’esigenza di avere prodotti facilmente spalmabili come gel, facili da stendere/spalmare che rinfrescano e idratano la pelle senza lasciare tracce.” Queste formulazioni, conosciute come Skin Barrier TherapyTM, come Atoderm Intensive gel-crème, limitano anche l’adesione del batterio Staphylococcus aureus i cui livelli sono associati alla gravità della malattia, mentre la Vitamina PP, ingrediente biomimetico, stimola la produzione dei lipidi e rinforza la barriera cutanea. Come sottolineato nel podcast su Spotify “La voce della pelle”, lanciato a da Bioderma, brand del gruppo Naos, dedicata principalmente alle madri di bambini con dermatite atopica con lo scopo di dar loro informazioni e supporto per il trattamento di questa patologia.

AMDEA – Associazione dei Medici Diabetologi ed Endocrinologi Agrigentini