Friday, 27 Nov 2020

Lockdown n.2 per Covid-19. Come ci può aiutare la psicologia?

Lockdown

Lockdown n.2 per Covid-19. Quale è stato l’impatto psicologico della pandemia sulle persone?

Un sondaggio pubblicato a Maggio 2020 dal ‘Barometro Salute Mentale’ dà una valutazione dell’impatto dell’emergenza e del lockdown sulla popolazione: le persone giovani (<30 anni) riferiscono reazioni ansiose, confermando le comunicazioni confuse e allarmanti prodotte dai media, molti medici e Governo. Le persone tra i 30 e i 39 anni manifestano rabbia e preoccupazione per le proprie relazioni. Tra i 40 e i 49 anni emerge un maggior attaccamento alla famiglia. Dai 50 anni in su si intensificano le preoccupazioni legate a isolamento e solitudine.
Ma come affronteremo questo secondo lockdown, cosa ci ha insegnato la prima ‘ondata’?

“Nella prima fase ognuno ha risposto in modo diverso, secondo le proprie risorse e capacità di resistenza” – dice il prof. Santo Di Nuovo, Presidente di AIP – Associazione Italiana di Psicologia.
“Più difficoltà hanno evidentemente trovato gli anziani, i disabili, i bambini. Con la didattica a distanza i bambini frequentano le lezioni da casa, ma la DaD è una compensazione, non una vera alternativa” – continua il prof. Di Nuovo. “Chi era indietro nell’apprendimento ora rischia di rimanere ancora più indietro”.
“Le tecnologie offrono supporto specie nei momenti e nei casi difficili, ma non possono essere, allo stato attuale, una soluzione globale e definitiva né per scuola né per il lavoro. Siamo convinti che lo ‘smart working’ sia davvero tale…?”

Chiude il prof. Santo di Nuovo con due consigli: usiamo le tecnologie senza diventarne dipendenti e ricordiamoci che i social network non possono sostituire i rapporti intimi ed emotivi. Secondo: riappropriamoci di tempi meno frenetici.
E se in difficoltà chiamiamo per un aiuto psicologico il numero verde 800.833.833 del Ministero della Salute e promosso da AIP – Associazione Italiana di Psicologia.

Guarda anche:

Salute.gov
Airpass

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *