Thursday, 24 Jun 2021

Tumore del seno: il test genomico può evitare chemioterapie superflue

Tumore

Tumore al seno e dubbi dell’oncologo sulla terapia? Oggi può essere valutata la possibilità di un test genomico.

La maggioranza delle donne con tumore al seno in post-menopausa può essere trattata con terapia ormonale dopo la chirurgia, grazie al risultato di un test genomico ideato proprio per ‘stratificare’ il rischio di recidiva e quindi valutare se è davvero necessaria la chemioterapia.
“I test genomici sono stati studiati per capire quali donne hanno un rischio maggiore di recidiva e quanto possa essere l’impatto dell’aggiunta della chemioterapia nella riduzione di questo rischio, per personalizzare il trattamento precauzionale” – conferma Giuseppe Curigliano, professore di Oncologia Medica all’Università di Milano e Direttore Divisione Sviluppo di Nuovi Farmaci per Terapie Innovative all’Istituto Europeo di Oncologia (Mi). “Di fatto questi test consentono di dare la chemioterapia a chi ne ha davvero bisogno e di risparmiare inutili effetti collaterali a tutte le donne che non ne trarrebbero beneficio”.

Il test genomico può evitare la chemioterapia nella maggior parte delle donne in post-menopausa con carcinoma della mammella in stadio iniziale con linfonodi positivi. Lo dimostra lo studio RxPONDER, che ha coinvolto 5.083 donne con tumore del seno in stadio iniziale di cui circa due terzi erano in post-menopausa. Le pazienti sono state sottoposte al test genomico Oncotype DX, in grado di stabilire quanto la neoplasia è aggressiva e la risposta alla chemioterapia. Quasi il 92% delle donne in post-menopausa trattate con la sola terapia ormonale, a 5 anni, era viva e libera da malattia invasiva.

Lo studio RxPONDER ha mostrato un effetto diverso della chemioterapia, sulla base dei risultati del test genomico, per le donne in post-menopausa e in premenopausa. I risultati evidenziano che le pazienti in post-menopausa con questo tipo di malattia e con un punteggio del test genomico pari o inferiore a 25 possono evitare in sicurezza la chemioterapia dopo la chirurgia. Al contrario, lo studio ha dimostrato che le pazienti in premenopausa con tumore del seno con le stesse caratteristiche dovrebbero considerare invece la chemioterapia adiuvante.

Guarda anche:

AVON ed Europa Donna
Tumori ereditari