Tuesday, 27 Sep 2022

Vaccino anti-Covid + antinfluenzale. La raccomandazione del virologo

Vaccino

Vaccino anti-Covid e antinfluenzale: il Ministero della Salute ha emanato le disposizioni per la somministrazione in contemporanea.

Quello che ci attende è uno scenario impegnativo, in cui ogni contatto personale è una probabilità di infezione, magari limitatissima ma concreta. La campagna vaccinale si conferma strumento efficace per combattere la pandemia.

“La campagna vaccinale anti-Covid deve andare avanti” – dice il noto virologo Fabrizio Pregliasco, professore dell‘Università degli Studi di Milano e Direttore Sanitario IRCCS Galeazzi (Mi). “Dobbiamo vaccinarci tutti dai 12 anni in su; quando avremo dati sicuri, anche i più piccoli. Sappiamo che non arriveremo ad una ‘immunità di gregge’, ma una convivenza meno pericolosa e ‘civile’ con il virus è possibile.

Molto importante è la comunicazione del Ministero della Salute, che conferma la possibilità di effettuare in una unica seduta il vaccino anti-Covid e quello influenzale. La somministrazione del vaccino antinfluenzale, diventato per molti da anni una abitudine, soprattutto per i soggetti più fragili, potrà aiutare a ridurre le infezioni. Attendiamo infatti – anticipa il virologo – un colpo di coda sia del Covid sia dell’influenza, a causa della riapertura in presenza di molte attività, comprese le scuole, e delle condizioni meteo invernali”.

“La disposizione del Ministero è quindi un’opportunità, soprattutto per le persone fragili e gli ultraottantenni ospiti delle RSA, per assumere sia la terza dose di vaccino anti-Covid sia il vaccino antinfluenzale” – conclude il prof. Fabrizio Pregliasco.

 

Guarda anche:

Influenza e Covid nei bambini