Thursday, 11 Aug 2022

Medicina del futuro: sempre meno biologica e sempre più digitale

Medicina

Medicina del futuro? Intelligenza artificiale, sensori e machine learning. Le nuove macchine digitali generano la “conoscenza”.

“La medicina classica è spesso ‘in ritardo’ rispetto al digitale” – nota il prof. Luca Pani, Ordinario di Farmacologia del Dipartimento di Neuroscienze all’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia.

 

“Oggi facciamo parte di un enorme database; le tecnologie che tutti noi possediamo e utilizziamo ci forniscono delle informazioni in merito alla possibilità di andare incontro ad una malattia. Ad esempio, per prevenire il diabete e più in generale la sindrome metabolica, possiamo monitorare il sonno, controllare l’alimentazione, l’attività fisica, dati che possiamo reperire istantaneamente.

 

La medicina digitale, la ‘next generation’ sarà questa: sensori, monitor di attività, analisi dei ‘pattern’ – segnalazione del cambio di abitudini come la riduzione del sonno – e interfaccia uomo-macchina (intelligenza artificiale e machine-learning).

La cosa più interessante di queste nuove macchine, di questi sistemi, è che apprendono da sole e trovano connessioni inaspettate. Ovviamente hanno bisogno di sperimentazione, ma generano conoscenza e informazioni. Non voglio dare l’impressione che ciò richiederà molto tempo – chiude il prof. Luca Pani – il futuro è qua, è adesso”.

Guarda anche

https://twitter.com/luca__pani?lang=it