Tuesday, 27 Sep 2022

Stato e industria farmaceutica insieme per una migliore Sanità pubblica

Stato

Stato e industria insieme. In Italia la collaborazione tra pubblico e privato nella ricerca biomedica è una necessità.

“Fino a poco tempo fa, immaginare una collaborazione tra ‘pubblico’ (Stato) e ‘privato’ (Aziende farmaceutiche) era effettivamente complicato” – dichiara Anna Lisa Mandorino, Segretario Generale di Cittadinanzattiva. “Il Servizio Sanitario Nazionale per molti anni è stato de-finanziato dal Governo e la ricerca pubblica stentava ad essere riconosciuta come uno degli asset strategici per il nostro Paese”.

Oggi il 90% degli investimenti per la ricerca clinica è sostenuto da Aziende farmaceutiche, il cui contributo ha un valore di 2,2 euro ogni 1 euro investito.

La pandemia da Covid-19 ha avuto effetti devastanti su molti aspetti della vita delle persone, ma ha anche impartito numerose lezioni sui comportamenti da tenere anche quando tutto, speriamo, sarà finito, compresa l’importanza della collaborazione pubblico-privato per sviluppare in tempi rapidi cure innovative – ad esempio, i vaccini – e renderle fruibili dal maggior numero di persone possibile.

“Il ruolo dei cittadini nel rapporto tra pubblico e privato è importante” – commenta Mandorino. “Fino ad oggi i cittadini non erano al centro di questo rapporto e sono stati poco coinvolti su questi temi. La Sanità era vista come area di sprechi e non come un’infrastruttura fondamentale del nostro Paese, dello Stato italiano”. Infatti, sussiste ancora un’antica concezione secondo la quale, da una parte, le aziende private sarebbero solamente incentrate sul profitto, e dall’altra, per il privato, il pubblico rappresenterebbe soltanto un lento meccanismo burocratico.

“I cittadini e i pazienti devono oggi prendere atto di questo cambiamento, intervenendo come protagonisti: informandosi, mettendo a disposizione dati che potrebbero essere utili alla Ricerca” – conclude Mandorino.

Guarda anche

https://www.cittadinanzattiva.it

Ricerca clinica: il 90% degli investimenti è sostenuto dall’industria